Back blog button Icona ricerca
Back blog button Blog
E-commerce come può essere d’aiuto al commerciante

La crisi si fa sentire anche per commercianti e piccoli artigiani e molto spesso colpisce in modo inesorabile. C’è uno spiraglio di luce da qualche parte? Beh, forse sì… magari nel web, magari nell’e-commerce.

Dati alla mano nel 2013 abbiamo avuto un incremento del 17% del settore e-commerce in B2C (cioè relativo al commercio elettronico verso il consumatore finale) con un fatturato superiore ai 11,2 miliardi di euro (fonte PMI.it). Solo pochi dati per far capire quanto il settore sia in espansione e meriti di essere preso in considerazione.

Veniamo dunque al nocciolo della questione: perché tu piccolo commerciante di periferia dovresti investire sul web e aprire un e-commerce?

Per abbattere le barriere geografiche: il tuo negozio reale è in periferia? Grazie all’e-commerce puoi portarlo in centro. Eh sì perché dietro alla creazione di un sito per la vendita del commercio elettronico c’è tantissimo studio per riuscire a dare al sito stesso la massima visibilità che si traduce nella possibilità di essere visitato da più utenti possibile. Utenti che potenzialmente possono arrivare da qualsiasi parte del mondo.

Per lavorare H24 365 giorni l’anno: l’e-commerce è un negozio aperto 24 ore su 24 365 giorni l’anno capace di vendere autonomamente anche il giorno di Natale. Il cliente si sente libero di scegliere, confrontare, decidere e poi acquistare ed ha massima libertà da questo punto di vista.

Costi limitati: aprire un negozio virtuale costa molto meno che aprirne uno fisico. Minori i costi di gestione, minori i costi del “personale”, minori i costi di mantenimento. Attenzione però: se vuoi che il tuo e-commerce abbia successo non devi lesinare sui costi, ma affidarti a persone competenti che siano in grado di sfruttare al massimo ogni canale online per dare al tuo negozio virtuale la massima visibilità.

Per conoscere il tuo cliente: sei un commerciante di vecchia data e sai benissimo che ogni cliente ha la sua personalità. È importante conoscerlo e studiarlo per potergli vendere i prodotti che desidera acquistare e farlo andare a casa soddisfatto. Nonostante l’e-commerce sia virtuale, quindi non ti da modo di parlare direttamente con il cliente in questione, potrai imparare molto sui suoi gusti e le sue abitudini semplicemente monitorando i suoi acquisti, i suoi passi online e riuscire così a adeguare la tua offerta ai suoi desideri. Inoltre grazie al web potrai fare assistenza clienti in modo puntuale e preciso in qualsiasi momento della giornata a costi contenuti.

Quindi l’e-commerce è la soluzione a tutti i mali? Beh… forse, ma solo se gestito nel modo giusto e studiato nel dettaglio. Commercianti elettronici non ci si improvvisa, ricordatelo! La parola d’ordine è molto spesso “integrazione”. Unire il negozio reale alll’e-commerce potrebbe fare la differenza per il futuro della tua impresa.

Torneremo presto a parlare di e-commerce e piccoli imprenditori, nel frattempo ti auguriamo buon lavoro 😉

Vuoi ricevere gratutitamente ulteriori approfondimenti sull'argomento?